HPC therapy - high performance combination therapy

Un approfondito studio della bibliografia scientifica e anni di esperienza con la laserterapia, crioterapia e termoterapia ha permesso ai nostri ricercatori di elaborare la HPC therapy, la “high performance combination”, che suscita effetti particolarmente buoni su tessuti infiammati.

La nostra ricerca si è focalizzata sul miglioramento ulteriore degli effetti anti-infiammatori, ben conosciuti e pubblicati scientificamente della laser- e crioterapia. Con la tecnologia laser si ottiene già un buon effetto anti-infiammatorio, però un tessuto infiammato in fase acuta presenta una concentrazione eccessiva di molecole d’acqua, che riduce, o addirittura annulla, l’effetto terapeutico del laser. Un tessuto con un’ infiammazione in fase cronica invece necessita di un aumento della microcircolazione.

La HPC therapy consiste nella combinazione della laser-, della crio- ed inoltre della termoterapia.

  • Nel caso di un’infiammazione acuta si consiglia di iniziare con la contrast therapy®, programma anti-infiammatorio – fase acuta (cicli di caldo e freddo, finendo con il freddo); per poi proseguire con il laser (per effetti/anti-infiammatorio) e finire con la crio. Finendo con la crio sfruttiamo anche gli ottimi effetti anti-infiammatori e analgesici di questa, e raffreddiamo nuovamente il tessuto appena riscaldato dal laser.
  • Nel caso di un’infiammazione cronica invece non è consigliato di raffreddare il tessuto, ma si raccomanda l’applicazione del caldo. Per non provocare una vasodilatazione con la contrast therapy® prima della laserterapia, si suggerisce di iniziare direttamente con il trattamento laser (effetti/anti-infiammatorio), e di finire con la contrast therapy®, programma anti-infiammatorio in fase cronica (cicli di freddo e caldo, finendo con il caldo).

È proprio l’abbinamento degli effetti di queste diverse terapie che permette un miglioramento molto più efficace già dopo poche sedute.

news